Borgo Montemaggiore

Info e prenotazioni: info@borgomontemaggiore.it
    • Miglior prezzo garantito

Processione Cristo Morto Venerdi Santo a Saltara



Processione Cristo Morto Venerdi Santo a Saltara Borgo Montemaggiore 19/04/2019

La manifestazione tradizionale del Venerdì Santo a Saltara riprende un'antica usanza realizzata nel Medioevo dalle Confraternite locali, repristinata nell'anno 1847, e comprende:

- La Processione del "CRISTO MORTO" con la partecipazione dei saltaresi in costumi dell'epoca. Partenza alle ore 21:30 dal Santuario della Villa, situato sulla parte più alta dell'abitato.
- La "VIA DOLOROSA” ricostruita negli angoli caratteristici del centro storico tramite una serie di quadri plastici molto suggestivi. Visitabile la sera del Venerdì Santo dalle ore 19.00 in poi.

Sotto il lugubre ritmo del suono dei tamburi, i personaggi della processione si muovono in un lungo corteo dal Santuario della Madonna della Villa verso la piazza di Saltara: i soldati Romani a cavallo e a piedi con le loro armature, le donne con gli stendardi dei misteri dolorosi, gli apostoli, le confraternite con le loro "cappe", i popolani, i personaggi della Passione, e il "Cireneo" che porta la croce. Esso rimane il personaggio più misterioso del corteo, un uomo vestito di rosso, incappucciato, e rigorosamente anonimo. Segue il catafalco con l'antica statua del "Cristo Morto".

Ancora oggi sono portati in Processione gli antichi oggetti originali che caratterizzano le Confraternite, gli stendardi dei Misteri ed i lampioncini illuminati da candele. Il corteo, in cui compaiono tutte le quattro confraternite*), è aperto da tre persone vestite con le cappe e i cappucci neri, che hanno il compito di portare una grande croce in legno e che appartengono alla Confraternita dell'Addolorata, istituita il 6 maggio 1846 appositamente per solennizzare la Processione del Cristo Morto.

*) A Saltara esistevano quattro Confraternite, la "Confraternita del Santissimo Sacramento" con “la cappa bianca con mantelletta turchina”, la "Confraternita di Maria Santissima Addolorata”, che vestiva “il sacco di tela negra con mostrine color rosa e cingolo bianco”, la "Confraternita del Santo Rosario", che vestiva “cappa bianca e mantellino giallo, e la "Confraternita del Gonfalone", che indossava “cappa bianca con mostrine e mantelletta rossa”.